Torna alla Home page

Produzione Gastronomica

   

Cerami è una cittadina dove odori e sapori caratterizzano la storia del paese. La gastronomia locale è ricca di prodotti tipici, ineccepibili per genuinità, qualità e rispetto degli antichi metodi di realizzazione.
Tra i primi piatti, secondi, contorni e dolci di ogni genere c'è veramente  tanta abbondanza da soddisfare l'insaziabile desiderio del gustare e del sapere del più esigenze "visitatore". Fra i formaggi primeggiano, la provola, il pecorino, il canestrato e la ricotta, ottenuti dal latte degli allevamenti estensivi e transumanti, che portano con sè gli odori ed i sapori dei pascoli incontaminati nebroidei.

 

 

Le carni e gli insaccati, la pancetta, il lardo pepato, il prosciutto crudo ed il capocollo di produzione locale, di cui sono apprezzati il particolare gusto e la squisita genuinità, rappresentano l'essenza dei prodotti primitivi.


Il castrato, il capretto e le stigghiole di lastra, fanno parte di una tradizione culinaria che a Cerami non è mai scomparsa e sono proprio questi piatti che costituiscono le principali pietanze servite nelle trattorie e ristoranti locali.

 
 

Fra i dolci primeggia il cavatello atturratu, un prodotto da forno ottenuto dall'impasto di farna, uova e zucchero ed inzuppato in un liquido zuccherino di mandorle tritate, canella ed essenze aromatiche.

Parecchi altri prodotti, tipici del luogo, possono essere gustati con altrettanta gioia per il palato del visitatore.
Prodotti, tipo la polenta, il pane di casa, i maccheroni col buco, i peperoni paesani, gedi, carduna, cicoria, asparagi, cavoli, sorbe, gelsi, fichi d'assulicchiata da consumare sia freschi che secchi e altri ancora possono essere gustati nelle trattorie del luogo, che per la peculiarità della cucina ceramese, difficilmente possono essere reperiti sul mercato, sia per la qualità, sia per il metodo di produzione, sia ancora per la singolarità e rarità degli stessi.

Ecco alcune foto dei prodotti tipici del comune di Cerami